Irlanda: Burren National Park

Situato tra Galway e le scogliere di Moher è un lastricato calcareo, è lì da 350 milioni di anni quando era sormontato dall'acqua di un oceano tropicale che occupava la gran parte dell'attuale territorio irlandese. E' stato chiamato "Burren" perchè in gaelico irlandese significa "distretto pietroso"...

Viaggio in Irlanda: Kilkenny

Kilkenny ...visitare il castello, il centro storico di origine medievale, il Butter Slip, le cattedrali... Non è molto distante da Dublino ed è stata una tappa molto interessante del mio viaggio, ho fatto bene ad inserirla..

Viaggio in Irlanda: Kinsale

Kinsale è una piccola città che si affaccia sulla foce del fiume Bandon che crea questa piccola insenatura prima di riversarsi nel mare celtico..è la sede del Gourmet Festival e famosissima a livello internazionale come capitale gastronomica dell'Irlanda.

Viaggio in Irlanda: Limerick

Limerick è così come si mostra ma è come se, camminando tra le sue vie ben definite ed i nuovi alti palazzi, volesse nascondere qualcosa agli occhi di chi non la conosce. Ho passeggiato tra le sue vie quasi senza essere notata, sono entrata in una tea room (The Buttery Kitchen) affollata di ragazzi che pranzavano, mamme alle prese con discussioni scolastiche e persone del posto che si concedevano una pausa dallo shopping. Il bello di essere in viaggio da soli, a mio avviso, è quello di prendersi del tempo per capire il posto in cui ci si trova e non di criticarlo solo perchè non ha le stesse cose che offrono gli altri o non si nasconde dietro ad una finta patina attira turisti...

Viaggio in Irlanda: Cork

Ho raggiunto Cork in bus da Kilkenny, sono arrivata in serata quindi, si può dire, che l'ho visitata in un solo giorno. Dalla stazione de bus mi sono inerpicata per le ripide strade della parte alta della città dove avevo l'alloggio e ad aspettarmi c'erano un tea caldo con un muffin molto graditi....per scoprire cos'ha da offrire Cork e parto dallo SHANDON QUARTER, il quartiere popolare che si trova nella parte alta della città; caratterizzata dai sali e scendi dettati dall'inclinazione naturale delle colline su cui è costruito...

Irlanda – I dintorni di Galway: Cliffs of Moher e Burren

Le Cliffs of Moher, le scogliere a picco sull'oceano, sono ormai uno dei luoghi naturali più visitati in Irlanda per l'oggettivo panorama suggestivo. ci stavamo addentrando nel Parco nazionale del Burren che in gaelico significa proprio "distretto pietroso". E' un vero e proprio tavolato calcareo...Il Dunguaire Castle si trova sul confine tra la contea di Galway e la contea di Clare e la sua costruzione risale al XVI secolo...

Irlanda – I parchi di Dublino

volevo racchiudere in un unico articolo tutti i parchi che ho visitato nella capitale Irlandese. Ovviamente non è una lista di tutti i parchi di Dublino ma di quelli che ho visitato durante la mia permanenza e che mi sono piaciuti di più. E' il Phoenix Park. Si estende per 712 ettari e dista da Dublino solo 3 km, io ci sono arrivata a piedi ma è facilmente raggiungibile con i tanti bus che girano per la città. Il nome non ha nulla a che fare la Fenice ma è più semplicemente l'anglicizzazione del suo nom gaileico: Páirc an Fhionn-Uisce, che significa Parco dell'acqua limpida.

Irlanda – Alla scoperta di Galway

Nella contea di Galway spicca appunto questa città, porto mercantile importantissimo nel Medioevo e ora città giovane e dinamica sede delle maggiori università dell'ovest. Una volta arrivata in città mi sono sentita subito in armonia con questo posto e la sua festosità.

Irlanda – Galway: cosa mangiare e dove

Io ho scelto il BREAKFAST BAP (8€) con piccole salsicce di maiale, uovo in padella, insalata, cipolla e pane fatto in casa. Il TAAFFE'S ed il TIG COILì. Entrambi sono ottimi per ascoltare la musica dal vivo e bersi un'ottima birra tra la vasta scelta che propongono, io ho assaggiato la Galway Hooker e mi è piaciuta molto!

Il mio primo viaggio da sola

Gli Irlandesi, sopratutto nell'Ovest, amano raccontare storie e non importa se non ci siamo presentati, la storia ha la precedenza. Mi hanno insegnato che il sorriso apre tante porte e Gary continuava a ripeterlo dal suo microfono mentre ci mostrava gli alberi piegati dal vento e le rocce del Burren; ci diceva di continuo "Keep Smiling" e aggiungeva che su questo pianeta siamo di passaggio e per breve tempo, non c'è motivo per non sorridere o lamentarsi sempre...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: